DAGNOSTICA, CONSERVAZIONE E RESTAURO (Reponsabile Prof.ssa Donatella Barca, Prof. Mauro La Russa)

 

DIAGNOSTICA (Responsabile Prof. Mauro La Russa)

 

Personale afferente: Dott.ssa Luciana Randazzo 50% Dott.ssa Maria Cuscino 20%

Attrezzature: Porosimetro a Mercurio Micromerìtìcs autopore IV. Spettrometro FTIR PerkinElmer Spectrum 100, accoppiato con il sistema di microanalisi - Spectrum Spotlight 200. Bilancia termica simultanea DSC/TG - DTA/TG Netzsch STA 449C Jupiter. Sonde multiparametriche per misurare T, UR, radiazione UV. Termo camera flyr. Ultrasuoni portatitile.

Linee di Ricerca: La strumentazione presente permette di caratterizzare i materiali lapidei naturali ed artificiali dal punto di vista della loro propensione al degrado. Presso il laboratorio sono condotte analisi di resistenza alla cristallizzazione salina, analisi della porosità, analisi della componente organica;studio dei principali processi di degrado mediante tecniche microdistruttive e non-distruttive. Monitoiraggio microclimatico, analisi forensi di reperti di diversa natura (i.e.ceramiche, metalli, etc.). Analisi di microplastiche

Localizzazione: Cubo 14 b, II piano

  

 

CONSERVAZIONE (Responsabile Dott.ssa Ricca Michela)

 

Personale afferente: Dott. Luciana Randazzo 50%   

Attrezzature: Stereo-microsocpio, Microscopio ottico polarizzatore, Microscopio a Fluorescenza, Colorimetro portatile, Camera di invecchiamento Atlas Suntest XLS (T, UR, VIS), Camera di Invecchiamento Binder (T, UR), piccole attrezzature indispensabili per le attività di pulitura meccanica [i.e. micro-motore, micro-trapano completo di accessori (puntali e micro-spazzole), micro-sabbiatrice da laboratorio con serbatoio per polveri, micro-scalpello, trapano elettrico)]. Dispositivi per preparazione di soluzioni e prodotti per prove di protezione e pulitura chimica e bio (i.e. conduttimetro, pHmetro, sonicatore, ecc.). Strumentazione per prove chimico-fisiche (i.e. assorbimento d’acqua per capillarità, permeabilità al vapore acqueo, peeling test, point load test, angolo di contatto, ecc.)

Linee di Ricerca:  Le linee di ricerca riguardano prevalentemente: a) la messa a punto di prodotti innovativi per la pulitura, la protezione e il consolidamento di materiali lapidei (naturali e artificiali) in ambiente aereo e subacqueo; b) la valutazione dell’efficacia di “prodotti commerciali” mediante test di laboratorio su materiali lapidei di diversa natura; c) la valutazione dell’efficacia di “prodotti di nuova generazione” (es. prodotti green) mediante prove preliminari di caratterizzazione dei materiali, test di invecchiamento accelerato, prove biologiche, test di rimozione/pulitura, ecc.

Localizzazione: Cubo 14 b, II piano/Cubo 12 b, IV piano

 

 

RESTAURO (Responsabile Prof.ssa Donatella Barca)

 

Personale afferente:  Restauratori a contratto

Attrezzature: Nel Laboratorio di Restauro sono presenti 4 lavandini (uno per ogni ambiente – laboratorio) e 6 Airbox mobili con 2 bracci aspiranti con motore e filtro a carboni per aspirazione localizzata e espulsione esterna (uno per ogni ambiente-laboratorio). Fanno inoltre parte della dotazione comune del laboratorio: N.1 Armadio per lo stoccaggio di prodotti liquidi e solidi infiammabili accessoriato con sistema e tubazione aspirante; N. 1 compressore silenziato verticale a stazione fissa da cui partono le prese per gli altri strumenti; N2 Carrelli da utilizzare come piano di appoggio temporaneo per le varie lavorazioni.
Infine, i 4 ambienti-laboratorio sono stati attrezzati con le seguenti strumentazioni: N.40 piani da lavoro con ruote bloccanti e 40 sedie (10 per ogni ambiente-laboratorio), N.3 Cappe chimiche, N. 3 sistemi di produzione acqua demineralizzata.

Linee di Ricerca: Nuovi prtocolli di intervento di restuaro mediante approcci differenti-modelli di restauro da replicare in cantiere; calchi-e sperimentazione di nuovi approcci direttamente in siti campione

Localizzazione: Il Laboratorio di Restauro afferisce al DiBEST. Esso occupa uno spazio di circa 250 mq al quarto piano del cubo 12B. Al suo interno, sono presenti 4 ambienti-laboratorio e 2 ambienti per stoccaggio e deposito di strumentazioni e materiali comuni