Dipartimento di
Ingegneria Meccanica, Energetica e Gestionale

       
 
Il Corso di Studio in Ingegneria Energetica. Energia... di valore!

Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica ha l'obiettivo di formare professionisti altamente qualificati, e con competenze trasversali, in grado di affrontare tutte le tematiche, anche quelle più innovative, per la progettazione e l'esercizio di impianti per la produzione, distribuzione e utilizzo dell'energia nelle sue varie forme (elettricità, calore, freddo), di impianti di riscaldamento e condizionamento, dei loro componenti e dei sistemi termotecnici civili e industriali, in un contesto competitivo e caratterizzato da notevoli problematiche di carattere ambientale, normativo ed economico.

La preparazione dell'ingegnere energetico prevede un'approfondita conoscenza delle discipline di base, tipica dell'ingegnere, e con solide conoscenze di Termodinamica, Trasmissione del Calore, Fluidodinamica, Sistemi Elettrici, Automazione e di Ricerca Operativa. Attraverso gli insegnamenti del corso, la preparazione di base viene ampliata grazie all'erogazione di contenuti innovativi sugli impieghi dell'idrogeno nella transizione energetica, sulla gestione delle reti e la mobilità sostenibile, sull'utilizzo delle energie rinnovabili, sul risparmio energetico, sul contenimento delle emissioni di anidride carbonica, sulla formulazione di problemi reali in termini di modelli di programmazione matematica e sull'implementazione e risoluzione di modelli di ottimizzazione. Tutto ciò rende l'Ingegnere Energetico pronto a cogliere l'evoluzione rapida del contesto in cui opera nel quale gli aspetti di sostenibilità ambientale predominano e spingono verso la transizione energetica nella quale l'Ingegnere Energetico gioca un ruolo sia da attuatore sia da trascinatore.

Il Dottore Magistrale in Ingegneria Energetica è in grado di svolgere compiti di analisi, progettazione, programmazione, direzione e coordinamento inerenti le trasformazioni di energia ed è in grado di operare con alta competenza nell'ambito della conservazione, ottimizzazione e gestione dell'energia, della progettazione avanzata, dell'innovazione, della pianificazione, della programmazione e dello sviluppo della produzione, della progettazione e della gestione di sistemi energetici complessi tradizionali e innovativi con la capacità di sovrintendere ai processi di conversione delle risorse energetiche ed al loro impatto ambientale, con particolare riguardo alle energie rinnovabili.

L'attitudine ad orientarsi in problematiche di natura interdisciplinare lo rende adatto alla libera professione, come Responsabile dell'Energia (Energy Manager) nelle aziende e negli enti nei quali è richiesta tale figura, come esperto dell'energia all'interno di organismi nazionali e internazionali per la definizione di strategie e di scenari energetici, agli impieghi nelle imprese manifatturiere, nelle Energy Service Companies, nelle aziende di produzione e distribuzione di energia, nel campo automobilistico, in enti pubblici di ricerca e nelle Pubbliche Amministrazioni.

Il CdS è accreditato a livello Europeo attraverso l'accreditamento EUR-ACE, sistema di accreditamento che stabilisce gli "standard" che identificano i corsi di laurea in ingegneria di alta qualità in Europa e nel mondo. Tali standard sono stati stabiliti tenendo conto dei punti di vista e delle prospettive di tutte le principali parti interessate: studenti, istituti di istruzione superiore, datori di lavoro, organizzazioni professionali e agenzie di accreditamento.

Link: https://www.quacing.it/cds-accreditati-certificati/

L'offerta formativa del CdS è organizzata su due curricula:

1) Energie Rinnovabili ed Edifici Sostenibili: si approfondiscono le competenze nella certificazione e diagnosi energetica degli edifici, nella progettazione acustica e illuminotecnica, nella progettazione degli impianti di climatizzazione, degli impianti solari termici e fotovoltaici, e dei sistemi intelligenti per il controllo integrato del sistema edificio-impianto, correlando ogni attività alla sostenibilità dei manufatti ed al prioritario impiego delle fonti rinnovabili di energia.

2) Smart Grid e mobilità sostenibile per la transizione energetica: si approfondiscono le competenze sulle Smart e Micro grids, sui sistemi per la mobilità sostenibile, sulla gestione ottimizzata delle infrastrutture di trasmissione e distribuzione convenzionali, nella scelta e nella progettazione dei sistemi di produzione e accumulo dell'energia. Il ruolo di quest'ultimi è fondamentale per la transizione energetica per il loro marcato impatto sia nell'ampliare l'utilizzo delle energie rinnovabili sia nel favorire il raggiungimento della sostenibilità nei trasporti.

 

Scheda unica di presentazione del corso